Cambiare medico di famiglia: guida passo passo su come procedere

Ognuno di noi è libero di scegliere il proprio medico di famiglia e può cambiarlo quando lo ritiene più opportuno, riuscirci è abbastanza semplice, vedremo passo dopo passo come fare.

Come cambiare il medico di famiglia

Per il cambio del dottore di base c’è solamente una regola ben precisa che il cittadino deve assolutamente rispettare: il medico che si sceglie non deve aver già superato il numero di pazienti consentito. Esclusa la regola menzionata poco sopra non c’è alcun genere di restrizione.



Ricordiamo, inoltre, che la scelta del medico di base ha validità annuale e va a rinnovarsi automaticamente.

Documenti per cambio medico

I documenti per poter cambiare il medico di base da consegnare all’Asl sono i seguenti:

  • documento di riconoscimento valido
  • copia iscrizione al S.S.N. o tessera sanitaria

Cambiare medico di famiglia

Cambio medico di famiglia con procedura telematica

Si può scegliere di cambiare il medico di base anche via Internet, collegandosi correttamente al sito della propria ASL di appartenenza ed effettuando la registrazione tramite una procedura mostrata sul sito stesso.

Diverse strutture sanitarie, offrono la possibilità di cambiare il dottore compilando un semplice modulo via Internet, ma purtroppo questo servizio dipende dalla Azienda Sanitaria Locale di appartenenza.

Per scoprire se l’Asl a cui fate riferimento permette di cambiare il medico di base, dovete dare uno sguardo al sito Internet ufficiale dello stesso ente.

Medico temporaneo

Magari per un motivo o l’altro dovete trasferirvi ed è necessario affidarsi ad un medico temporaneo situato in un’altra città. Prima di domandare il nuovo dottore, tuttavia, servirà recarsi di persona presso qualsiasi ufficio territoriale della Asl in cui si vive e domandare la rimozione temporanea dei servizi che vengono proposti dal dottore di famiglia.



Arrivati a questo punto potete andare all’Asl di competenza nel posto in cui vi siete trasferiti temporaneamente e domandare di essere assistiti dal nuovo medico.